Perché un flusso di lavoro armonizza la stampa di grande formato in azienda?

Scopri gli strumenti per creare armonia tra le stampanti di grande formato in azienda grazie al moderno flusso di lavoro o RIP Workflow.

flusso di lavoro di grande formato

Ciao, sono Federico Musaio.

Ho fondato Fenix Digital Group con Paola Mortara e Alessandro Mantovani. Da oltre vent’anni mi occupo di tecnologie digitali per la stampa di grande formato e flatbed, della loro assistenza e della completa integrazione e armonia all’interno dei reparti di stampa di piccole, medie e grandi imprese in Italia.

Ti parlo da una prospettiva nuova di: flusso di lavoro, workflow o RIP Workflow…

Ne parlo discostandomi dal tecnicismo puro e focalizzandomi sulla possibile risoluzione delle problematiche di base, spesso sottovalutate, involontariamente, dagli stampatori di grande formato.

Intendo darti qualche spunto di riflessione in più. Fammi sapere, poi, cosa ne pensi su Facebook.

Quando una azienda di stampa digitale di grande formato, un service, o una serigrafia, sceglie di introdurre in azienda una nuova stampante a bobina (roll-to-roll o roll-to-sheet) o piana, si trova quasi sempre davanti ad una serie di ostacoli differenti, che ne possono ritardare l’inserimento.

Allo stesso modo, le stampanti esistenti, digitali o analogiche spesso non sono pilotate armonicamente attraverso un unico flusso di lavoro software.

Tra gli ostacoli che riscontriamo più spesso troviamo:

1. Driver della stampante da installare o firmware non aggiornati e RIP da utilizzare per la stampa obsoleto

2. Il RIP prescelto potrebbe non supportare la stampante

3. Il RIP esistente in azienda potrebbe richiedere l’aggiornamento all’ultima versione che nel primo anno dall’acquisto è quasi sempre gratuito ma non viene mai eseguito dall’operatore entro la scadenza del contratto annuale

4. Non disporre di un unica piattaforma RIP workflow per gestire l’intera operatività di stampa aziendale armonizzata con il reparto di finitura

5. L’impossibilità di gestire più di una stampante in contemporanea

6. L’assenza di una macchina fisica sufficientemente performante per pilotare la nuova stampante o l’intero insieme di stampanti

7. Più operatori che gestiscono una o più commesse in coda

8. Una serie di RIP differenti che sono “blindati” per pilotare unicamente una marca di stampanti

9. Profilazione obsoleta delle tecnologie esistenti

10. Assenza di un flusso di lavoro che tenga conto anche della fase di finitura che subirà la stampa

Se anche tu hai vissuto almeno una volta una di queste esperienze puoi aver seguito tre strade che ti possono aver guidato verso risultati differenti:

Flusso di Lavoro Caldera
Flusso di Lavoro Caldera

La prima:

hai lasciato tutto così com’era, per il timore di affidarti al software sbagliato o allo specialista tecnico sbagliato. Hai quindi lasciato ogni stampante al suo destino. Il risultato finale è la disarmonia del flusso di lavoro.

In azienda è sicuramente presente, quindi, una massiccia dose di intervento correttivo manuale e una discontinuità del risultato evidente su alcune stampanti, anziché su altre, o su più stampanti.

Totale disarmonia verso il flusso di finitura post stampa. Spesso con colli di bottiglia evidenti e generatori di stress a poche ore dalla consegna.

La seconda:

hai coordinato al meglio l’arrivo della nuova stampante ma hai ritardato o escluso dal processo di rinnovamento verso l’armonia del flusso di stampa i plotter esistenti.

Il risultato finale porta la nuova attrezzatura a risultare come il vero fiore all’occhiello, mentre le altre stampanti che continuerai a usare potrebbero non sfigurare rispetto alla new entry, mentre avrebbero importanti margini di miglioramento se entrassero a far parte del RIP Workflow.

In particolare la nuova attrezzatura potrebbe essere predisposta alle fasi di finitura mentre quelle esistenti ancora no.

La terza:

Hai centrato l’obiettivo dell’inserimento della nuova stampante e armonizzandola al fianco di quelle esistenti.

Questa è la soluzione ideale, in cui vengono uniformate le condizioni di lavoro, vengono controllati i risultati di stampa e la ripetibilità oltre alla cromia.

Anche la fase di finitura è qui mantenuta sotto controllo nel flusso di lavoro.

Siamo nella soluzione ideale che consigliamo sempre ai nostri clienti piccoli o grandi.

Coloro che ci seguono nel processo, anche scetticamente all’inizio, non tornano più indietro e ci ringraziano per averli persuasi al cambiamento.

Quanto parlo di “Armonia di flusso” mi riferisco al flusso di lavoro integrato:

Alla presenza in azienda di una piattaforma software a cui è demandato il carico di elaborazione dei vari file di stampa, armonizzandone il risultato su più stampanti di grande formato o flatbed e che tenga conto di ripetibilità di stampa e massima compatibilità o apertura verso i sistemi presenti e futuri anche di finitura.

Flusso di lavoro ONYX
Flusso di lavoro ONYX

Sono certo che anche tu desideri ottenere sempre il massimo dalle tue stampanti presenti da tempo in azienda e ancor più da quelle nuove.

Ovviamente è buona cosa che siano tutte coordinate dalla medesima piattaforma software.

Mi riferisco al Workflow software o detto “RIP workflow” ma che è molto più che un software demandato alla trasformazione del file in raster di stampa.

Per risolvere e armonizzare i flussi di lavoro di stampa le piattaforme più complete, e scelte dai nostri clienti con massimo successo, sono: Caldera ed ONYX.

Caldera, è l’ideale per essere configurato su sistemi operativi Linux e Apple OS.

ONYX è invece pensato per workstation Windows o con Windows virtualizzato su macchine Apple OS.

In funzione delle vostre esigenze, carichi di lavoro, attuale configurazione di plotter da stampa e macchinari di finitura, il Team di Fenix Digital Group è pronto a supportarti in qualsiasi momento verso la completa armonia del flusso di lavoro di grande formato.

A te la scelta della pillola (flusso di lavoro) che preferisci: Rossa o Blu?

Rossa: lasci tutto così com è e fai a finta di non aver mai letto questo articolo.

Blu: esci dalla tua zona di comfort, crei una check list di situazioni da risolvere, e richiedi il supporto più adatto al Team Fenix.

Questo ti porta ad una completa armonizzazione dei flussi di stampa e di finitura.

Scegliere un RIP Workflow ideale e ben congegnato rispetto al tuo piano di crescita aziendale…

…a prescindere da quanti plotter hai, avrai, o da quanto è grande la tua azienda, ti farà risparmierà un sacco di tempo, materie prime e quindi danaro in una finestra temporale di 6-24 mesi.

Hai già un flusso di lavoro? Desideri saperne di più? Lascia un tuo commento qui sotto o richiedici una consulenza gratuita dalla Chat qui sotto a destra. Verrai ricontattato al più presto da un nostro specialista.

Fammi sapere cosa ne pensi dell’articolo o se già hai avuto esperienze e che risultati con un flusso di lavoro sulla nostra pagina di Facebook.

Scopri il nostro libro Più COLORE al tuo business: libro per imprenditori della stampa digitale

Leggi altri articoli

Scansione 3D Milano

Scansione 3D Milano: l’evento open house

“Dalla scansione 3D alla stampa con effetto materico”. Il 30 e 31 Marzo 2022 apriamo le porte del nostro showroom per un evento open house esclusivo. Scopri di più!

Scansione 3D

Scansione 3D: cosa è?

Come funziona e a cosa serve la scansione 3D e come si combina con la stampa a rilievo? Scopri tutto

Viscom Regional Bari

Viscom Regional Bari: la guida completa

Scopri la guida completa alla fiera grafica Viscom Regional Bari 2022. Come arrivare, gli orari, il programma e le novità tecnologiche presso il nostro stand

Torna su