I buoni propositi per l'anno nuovo di un'azienda di stampa

I buoni propositi per l’anno nuovo di un’azienda di stampa

Nel periodo a cavallo tra un anno e l’altro è normale fare un bilancio della propria vita personale e professionale. Quasi tutti cediamo alla tentazione dei buoni propositi per l’anno nuovo. Quali dovrebbero essere quelli di un’azienda di stampa? E, soprattutto, come mantenerli?

 I buoni propositi per l'anno nuovo di un'azienda di stampa

Fine dicembre, inizio gennaio: questo è il tempo dei buoni propositi: personali e professionali. Che però spesso rimangono lì, dopo l’entusiasmo delle prime settimane (o dei primi giorni). Qui voglio concentrarmi sulla lista di buoni propositi che un’azienda di stampa dovrebbe compilare e realizzare durante tutto l’anno.

Fanno parte di quella serie di attività che apparentemente non “servono” a niente. Nell’immediato, la realizzazione di questi propositi non ha un riscontro visibile (soprattutto economico), ma nel lungo periodo possono fare davvero la differenza per un’azienda.

Vediamoli insieme.

 

Proposito n. 1: focalizzati sulla vision, sulla mission e sui valori della tua azienda

Ogni azienda ha (o dovrebbe avere) una missione, una visione e dei valori. Cosa sono? Sono la bussola che guida la strategia, le decisioni, la comunicazione.

Una volta definita mission, vision e valori, tutte le scelte di business che ti troverai di fronte saranno semplici. Ti basterà rispondere alla domanda: “Questa scelta è coerente con la vision, con la mission e con i valori della mia azienda?”. Se la risposta è negativa, sai già che quella non è la strada giusta.

Cosa sono, in breve, mission, vision e valori? La mission è ciò che la tua azienda fa. Non dev’essere necessariamente: “Stampare in modo veloce ed economico”. Se sei una piccola stamperia universitaria, può essere: “Rendere più semplice la vita degli studenti che passano di qui”. Se sei una grande azienda di stampa specializzata nelle realizzazioni industriali, può essere: “Portare i colori su qualsiasi materiale esistente”.

La vision è ciò che guida le tue azioni. Per esempio, la visione di Coca Cola per quanto riguarda le persone è: “Essere un bel posto in cui lavorare, dove tutti siano ispirati a dare il meglio di sé”. Quella di Apple, abbastanza lunga, comincia così: “Crediamo di essere al mondo per realizzare grandi prodotti, e che questo non sia destinato a cambiare”.

I valori sono ciò in cui credi. Può essere la collaborazione tra persone, l’innovazione, il miglioramento continuo.

Qual è la tua missione? E la tua visione? E i tuoi valori? Scrivili e condividili con i tuoi collaboratori. Una bella idea, per un’azienda di stampa, è stamparli e appenderli in un posto sempre visibile a tutti.

 

Proposito n. 2: determina obiettivi SMART

Di obiettivi SMART ne abbiamo già parlato qui sul blog. In sintesi: un obiettivo è più facilmente raggiungibile se ha determinate caratteristiche che si possono riassumere con l’acronimo SMART: Specifico, Misurabile, raggiungibile (dall’inglese Achievable), Rilevante e definito nel Tempo.

Se gli obiettivi che darai alla tua azienda saranno SMART, la strada verso il successo sarà in discesa!

Scrivi sempre gli obiettivi che vuoi raggiungere. Per ciascun obiettivo specifica ciascuna delle 5 caratteristiche che deve avere.

 

Proposito n. 3: basta procrastinare

Non credo esista al mondo nessuno che non abbia rimandato un’attività fastidiosa o noiosa o lunga o difficile, almeno una volta nella vita. Quindi tranquillo: non sei l’unico a procrastinare!

L’importante è riuscire a controllare questa brutta abitudine, e cercare di vincerla. Esistono vari strumenti per farlo. Avere una buona pianificazione sicuramente aiuta. Anche avere in mente degli obiettivi chiari ed essere motivati a raggiungerli è fondamentale.

Incoraggia anche i tuoi collaboratori a capire quali sono le attività importanti e quali sono quelle urgenti, e quindi quali non lo sono. Esiste uno schema che ti può aiutare a suddividerle, si chiama “matrice di Eisenhower”, dallo studioso che per primo l’ha teorizzata.

La puoi vedere qui sotto.

 Matrice di Eisenhower: cose urgenti, cose, importanti

 

Come fare a capire cosa è importante e cosa è urgente?

La parola d’ordine è “focus”. Ricordati sempre che sei, prima di tutto, un imprenditore. Hai sulle spalle la responsabilità di un’azienda di stampa. I tuoi compiti principali sono gestire persone e risorse, selezionare, formare e affiancare nuovi collaboratori, trovare nuovi clienti, organizzare il lavoro (non necessariamente farlo! Per questo hai selezionato i tuoi collaboratori, no?).

Inserisci le attività della giornata nella matrice di Eisenhower. Capirai immediatamente cosa devi fare subito e cosa puoi rimandare a più tardi. E soprattutto capirai cosa devi far fare ai tuoi collaboratori o fornitori!

 

Proposito n. 4: coltiva un buon clima lavorativo

Pensi che se i tuoi dipendenti si divertono al lavoro, questo non porti più soldi alla tua azienda? Niente di più sbagliato (prova a dare un’occhiata a questo articolo oppure a questo).

Un dipendente felice viene al lavoro più volentieri, fa meno assenze (!), è più motivato, collabora più volentieri con colleghi e capi, parla bene del proprio lavoro in famiglia e con gli amici, anche sui social (in pratica, diventa un ambasciatore della tua azienda). Quanto “costa” alla tua azienda un dipendente insoddisfatto, invece?

Mantieni un clima collaborativo e trasparente. Sii corretto e incoraggia la correttezza. Periodicamente organizza riunioni con tutti i tuoi collaboratori, per allinearli agli obiettivi e alle strategie aziendali. Incoraggia alcuni momenti ludici e di svago: pranzi aziendali, team building.

 

Proposito n. 5: dedica tempo e budget per la formazione

La formazione aziendale è sempre un argomento un po’ controverso. Se tanti titolari di aziende di stampa sono convinti della bontà della formazione tecnica, non tutti sono certi della necessità della formazione manageriale, oppure sulle cosiddette soft skill. Ne abbiamo già parlato in questo articolo sul blog, ma qui lo riassumo brevemente.

La formazione non è una perdita di tempo, anzi! La formazione è l’unico modo che un’azienda ha per acquisire nuove competenze, crescere e differenziarsi.

Senza contare che oggi esistono forme e modalità di apprendimento per tutte le aziende, per tutti i budget. E-learning, coaching, lezioni in aula, formazione esperienziale, e chi più ne ha più ne metta. Infine, grazie ai Fondi interprofessionali le spese sostenute per la formazione possono essere rimborsate completamente o in parte.

Insomma, non ci sono scuse!

Se vuoi accedere a un progetto assolutamente innovativo di formazione dedicata esclusivamente alle aziende di stampa, contattaci per avere più informazioni!

Buon anno a tutti!

[/vc_column_text][mk_social_networks icon_color=”#cccccc” icon_hover_color=”#eeeeee”][/vc_column][/vc_row]

Scopri il nostro libro Più COLORE al tuo business: libro per imprenditori della stampa digitale

Leggi altri articoli

Scansione 3D Milano

Scansione 3D Milano: l’evento open house

“Dalla scansione 3D alla stampa con effetto materico”. Il 30 e 31 Marzo 2022 apriamo le porte del nostro showroom per un evento open house esclusivo. Scopri di più!

Scansione 3D

Scansione 3D: cosa è?

Come funziona e a cosa serve la scansione 3D e come si combina con la stampa a rilievo? Scopri tutto

Viscom Regional Bari

Viscom Regional Bari: la guida completa

Scopri la guida completa alla fiera grafica Viscom Regional Bari 2022. Come arrivare, gli orari, il programma e le novità tecnologiche presso il nostro stand

Torna su